Internazionale
Home > Il Giornale > Anno 2015 > Numero 131 - Gennaio 2015 > Numero 131 - Gennaio 2015

Numero 131 - Gennaio 2015

Articoli di questa rubrica


Opporsi a ogni tipo di barbarie (Numero 131 - Gennaio 2015)

Centinaia di migliaia di persone, lo scorso 11 gennaio, sono scese in piazza a Parigi spinte dallo sdegno per la strage della redazione del “Charlie Hebdo” e per quella in un magazzino di generi alimentari gestito da ebrei. Fra il 7 e il 9 gennaio tre esaltati islamisti hanno fatto 17 morti. (...)


Filo rosso

Religione e politica (Numero 131 - Gennaio 2015)

Il partito liberale divenne opportunista, mandò in soffitta le sue ideologie e i suoi programmi concreti, si frantumò in tante cricche quanti sono i centri mercantili italiani, divenne vespaio di congreghe elettorali e di agenzie per il collocamento e la felice carriera di tutti gli sfaccendati e (...)


CAOS PROVINCE (Numero 131 - Gennaio 2015)

Dal 1 gennaio 2015 dimezzate le risorse per il personale. Nel silenzio pressoché generale, il 50% dei dipendenti delle Province rischia il posto di lavoro. Il ministro Madia vorrebbe persuaderli a “stare sereni”, ma non li ha convinti molto. Se il modello che adotta è quello del suo capo e mentore Matteo Renzi, le proteste dei lavoratori dovranno moltiplicarsi.
Lavoratori che non vedono il futuro, funzioni e servizi che nessuno sa chiaramente da chi verranno erogati e con quali soldi, un caos totale nel quale affiorano poche certezze: che i servizi alla popolazione non hanno alcuna possibilità di migliorare, che lo smantellamento dei servizi pubblici (...)


Effetto jobs act

Intimidazione padronale alla Piaggio di Pontedera (Numero 131 - Gennaio 2015)

Il terreno favorevole preparato dal governo Renzi è subito sfruttato dai padroni. Un esempio ci viene da Pontedera, stabilimento Piaggio. Scrive il giornale operaio curato dagli attivisti locali della Fiom-Cgil : “A una quarantina di lavoratori la Piaggio ha inviato lettere che in pratica (...)


Lucchini Piombino

BREVE INCONTRO TRA SINDACATI E CEVITAL (Numero 131 - Gennaio 2015)

Nel primo incontro tra i rappresentanti sindacali e il gruppo algerino che ha rilevato le acciaierie di Piombino non ci si poteva aspettare granché, se non almeno la conferma dei futuri programmi che il presidente di Cevital Issad Rebrab aveva anticipato a dicembre. E in effetti a quanto pare è (...)


La legge dei ricchi (Numero 131 - Gennaio 2015)

Siamo abituati alle statistiche della Banca d’Italia o alle classifiche di Forbes sulla graduatoria dei ricchi e dei super-ricchi. Ma in anni di crisi come questi, con lo strascico di veri drammi sociali che questa comporta, fa comunque un certo effetto apprendere che una decina di famiglie (...)


MARLANE, OMICIDI AUTORIZZATI (Numero 131 - Gennaio 2015)

Dopo la sentenza Eternit, un altro processo che si conclude con l’assoluzione di 11 tra ex responsabili e dirigenti dello stabilimento tessile di Praia a Mare, in Calabria. Il Tribunale di Paola ha mandato assolto anche Pietro Marzotto, ex presidente del gruppo, per la morte di 107 operai, (...)


Norman Atlantic, una tragedia evitabile (Numero 131 - Gennaio 2015)

La Norman Atlantic è un traghetto del tipo Ro- Pax (rotabili passeggeri). Varato nel 2009 con il nome Akerman Street. Nel giro di 5 anni passa di mano, attraverso il noleggio, a diversi armatori e cambia più di una volta il nome . Al momento dell’incendio era impiegata su una delle (...)


I marittimi dei traghetti toscani preoccupati per il loro futuro (Numero 131 - Gennaio 2015)

Una sentenza del Consiglio di Stato ha annullato la gara che assegnò la Toremar, società che gestisce i collegamenti con l’arcipelago toscano, al gruppo dell’armatore Onorato, padrone, tra l’altro della Moby Lines. Un comunicato della Filt-Cgil regionale riflette le preoccupazioni del personale (...)


IL DISAGIO DI UN INFERMIERE E QUELLO DELLE ASL (Numero 131 - Gennaio 2015)

E’ un’antica tradizione italiana quella di occuparsi della rimozione dei pericoli dopo che ci è scappato il morto. Ma smobilitare la magistratura come è successo a Torino per aprire un’inchiesta solo dopo che un infermiere viene colpito da ictus, dopo un massacrante turno di 12 ore in pronto (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale RSSAnno 2015 RSSNumero 131 - Gennaio 2015   ?