Internazionale
Home > Il Giornale > Anno 2013 > Numero 118 - Marzo 2013 > Numero 118 - Marzo 2013

Numero 118 - Marzo 2013

Articoli di questa rubrica


Editoriale

La lotta di classe non si fa in Parlamento (Numero 118 - Marzo 2013)

Il voto di fine febbraio avrebbe dovuto mettere fine alla crisi politica e ne ha scritto invece un’altra pagina. Diradatosi il polverone dei primi giorni, possiamo provare a tirare qualche conclusione. La prima e la più evidente è che sabato 24 e domenica 25 febbraio un elettore su quattro è (...)


Filo rosso

Tanto per chiarire… (Numero 118 - Marzo 2013)

In Italia l’apparato ecclesiastico del Vaticano si compone di circa 200.000 persone; cifra imponente, soprattutto quando si consideri che essa comprende migliaia e migliaia di persone dotate di intelligenza, cultura, abilità consumata nell’arte dell’intrigo e nella preparazione e condotta metodica (...)


Il risultato delle elezioni del 24 e 25 febbraio

Da una crisi politica a un’altra (Numero 118 - Marzo 2013)

Nelle pagine del quotidiano della Confindustria, all’indomani delle elezioni politiche, si poteva leggere: “Il Nobel Krugman ha scritto che le elezioni in Italia erano un referendum sull’austerity, cioè sulle politiche di rigore economico. È così. E il referendum è stato perso dai “rigoristi”, (...)


Il caso Bridgestone di Bari

Isolati i lavoratori non hanno forza (Numero 118 - Marzo 2013)

Ha suscitato giustamente sdegno la decisione di chiudere lo stabilimento Bridgestone di Bari. Ci sono in ballo 950 posti di lavoro diretti e centinaia di altri indiretti. Sulla disperazione degli operai e delle loro famiglie non si deve scherzare. Noi non sappiamo quanto siano sinceri i (...)


Meno male che è durata poco – si potrebbe dire. Per due mesi, gli stessi partiti che insieme hanno votato la riforma delle pensioni, la distruzione dell’art. 18, il pareggio costituzionale di Bilancio che affossa lo stato sociale, si sono sbizzarriti a raccontarci quanto sarebbero stati bravi a fare tutt’altro. Hanno lanciato l’esca di un lieto fine per tutti i gusti. Da una parte è stata - con qualche variante - la solita stanca commedia elettorale; dall’altra una specie di tregua dalla realtà dei fatti.

DUE MESI DI VACANZE (E UNA TERAPIA D’URTO) (Numero 118 - Marzo 2013)

Forse in modo ancora più evidente rispetto alle precedenti campagne elettorali, l’ultima si è distinta per inconsistenza di argomenti e per un sostanziale distacco dalla effettiva posta in gioco; dichiararsi contro la corruzione e i costi della “casta” politica, anche se evidentemente rivoltanti, è (...)


Pomigliano: Il 1° marzo i lavoratori FIP sono confluiti in Fiat Group Automobiles

Fiat scioglie la newco Fabbrica Italia (Numero 118 - Marzo 2013)

L’operazione conferma che la nascita della Fip era solo uno stratagemma della Fiat per sostituire il contratto nazionale con il modello Pomigliano
E’ caduta l’ultima foglia di fico del Piano Fabbrica Italia di Sergio Marchionne, da questi presentato nemmeno tre anni fa, nell’aprile del 2010, come il farmaco salvavita della Fiat e oggi definitivamente messo in soffitta dallo stesso amministratore delegato. La newco Fabbrica Italia di (...)


Castellammare di Stabia

Accordo capestro alla Fincantieri stabiese (Numero 118 - Marzo 2013)

Il ricatto: o accetti o si chiude il cantiere. Ma il 32% dei lavoratori vota NO al referendum
Che fine ha fatto la realizzazione del bacino di costruzione per il quale era stato deciso lo studio di fattibilità nell’accordo di programma del 9 novembre 2011, firmato da Ministero dello Sviluppo Economico e da tutti i sindacati confederali? E’ forse la domanda che si sono fatti i lavoratori (...)


Lotte operaie nel mondo

LA “FABBRICA DEL MONDO” PROVA A ORGANIZZARSI (Numero 118 - Marzo 2013)

Della Foxconn, impresa con origini a Taiwan e fabbriche in Cina, avevamo già parlato qualche mese fa, per le condizioni di lavoro disumane e la serie di suicidi che negli ultimi anni l’avevano portata – per così dire – all’onore delle cronache. Fabbriche di dimensioni inimmaginabili per gli standard (...)


FRANCIA

CONTINUA LA LOTTA DEGLI OPERAI DELLA PSA (Numero 118 - Marzo 2013)

Dal 16 gennaio, cioè da quasi due mesi, lo sciopero continua nella fabbrica di automobili di Aulnay-sous-Bois, vicina a Parigi, del gruppo PSA (Peugeot-Citroën). La direzione vuole chiudere e i lavoratori non accettano la scelta tra essere messi sul lastrico o essere trasferiti in un’altra (...)


Grecia: la crisi si aggrava (Numero 118 - Marzo 2013)

Anche se in genere i giornali ne parlano meno, in Grecia la crisi economica e sociale continua a imperversare più che mai. La disoccupazione è altissima, oltre il 27%, centinaia di migliaia di famiglie sono rimaste senza reddito da mesi, se non da anni. Per queste famiglie ridotte sul lastrico (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale RSSAnno 2013 RSSNumero 118 - Marzo 2013   ?