Internazionale
Home > Il Giornale > Anno 2012 > Numero 109 - Gennaio 2012 > Numero 109 - Gennaio 2012

Numero 109 - Gennaio 2012

Articoli di questa rubrica


Francia

Sciopero negli areoporti (Numero 109 - Gennaio 2012)

Alla vigilia delle feste di Natale gli agenti di sicurezza degli aeroporti francesi hanno fatto undici giorni di sciopero, creando non poche difficoltà al traffico aereo. Il governo ha reagito accusando tra l'altro gli scioperanti di essere degli irresponsabili, degli egoisti che prendevano gli (...)


Lavoratori delle cooperative

Una nuova giornata di sciopero a Pioltello (Numero 109 - Gennaio 2012)

Dopo varie assemblee di preparazione, un nuovo sciopero si è svolto la sera del 15 gennaio nei magazzini Esselunga di Pioltello. È riuscito nell'intento di bloccare completamente tutta l'attività nei capannoni del reparto drogheria. Avvisati per tempo dell'anticipazione alle ore 18 del normale (...)


Riguarda i dipendenti della Wasteels, della Servitalia-Wagon lits e della RSI

Più di ottocento licenziamenti per gli addetti dei treni notte (Numero 109 - Gennaio 2012)

La vicenda degli addetti ai treni-notte si trascina dall’autunno. Più di ottocento lettere di licenziamento indirizzate a dipendenti della Wasteels, della Servitalia-Wagon lits e della RSI. Trenitalia ha deciso di ridurre drasticamente il numero dei treni-notte e questo ha portato ai (...)


AnsaldoBreda vendesi (Numero 109 - Gennaio 2012)

Finmeccanica ora vuole disfarsi del settore trasporti ferroviari. A rischio migliaia di posti di lavoro. Si vuol far pagare ai lavoratori i costi di un sistema di corruzione ai vertici del gruppo
Napoli sta per perdere forse l’ultimo grande sito manifatturiero della città, certamente uno dei più importanti del Sud. E’ l’AlsaldoBreda, azienda di Finmeccanica produttrice di veicoli per il trasporto ferrotranviario presente anche a Pistoia, Reggio Calabria e Palermo con stabilimenti tutti (...)


Per i salari e le condizioni di lavoro

Un’ondata di scioperi in Cina (Numero 109 - Gennaio 2012)

Lo scorso 22 novembre, un migliaio di lavoratori sono scesi in sciopero alla Jingmo, una fabbrica elettronica di Shenzhen, una città del sud della Cina con dieci milioni di abitanti. Questa fabbrica è di proprietà del taiwanese Jingyuan Computer Group, che produce tastiere e altri accessori per (...)


Impressioni dalla Cina (Numero 109 - Gennaio 2012)

{ {{Quest’articolo è il frutto di una conversazione fra l’autore ed un tecnico che ha lavorato per alcune settimane all’allestimento di una mostra internazionale in una grande città cinese non molto distante da Shanghai. L’articolo non vuole certo indicare “verità scientifiche” sullo sviluppo del (...)


Più di 2800 morti, 47 nuovi casi di mesotelioma pleurico a Casale Monferrato solo nel 2011. Centinaia di famiglie devastate dall’asbesto, la micidiale polvere che la Eternit ha sparso in fabbrica e fuori. Una fabbrica che ha continuato a seminare morte ancora per trent’anni, dopo che tutto il mondo ne aveva consapevolezza.

La fabbrica del cancro cerca l’impunità (Numero 109 - Gennaio 2012)

Con gli stessi soldi che gli hanno reso i profitti della fabbrica, dove gli operai morivano ammazzati dall’amianto, oggi il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny tenta di guadagnarsi, se non l’impunità, per lo meno un corposo sconto. Al processo istruito dal pm Raffaele Guariniello, che si sta (...)


Dopo la manovra finanziaria (la quinta in un anno) che ha affossato le pensioni, tolto l’indicizzazione alle pensioni sopra i 1400 euro, reintrodotto (pesantemente maggiorata) la tassa sulla prima casa, aumentato i prezzi, il governo Monti si appresta a scagliare un nuovo micidiale attacco ai lavoratori: parte la cosiddetta “riforma del mercato del lavoro”.

Un’alternativa alle tigri di carta (Numero 109 - Gennaio 2012)

Proprio nei giorni in cui si approvava la manovra, varata definitivamente alle porte delle feste di fine anno, il quotidiano dei vescovi “Avvenire” pubblicava un’intervista a Giuliano Cazzola, ex vicepresidente della Commissione Lavoro del Governo Berlusconi, nella quale il deputato pidiellino si (...)


Lavoro salariato e profitti

Un’evoluzione che bisogna rovesciare (Numero 109 - Gennaio 2012)

Nel mondo occidentale, e nei paesi di vecchia industrializzazione, la quota destinata al lavoro dipendente è diminuita, e in Italia più che altrove: “Posta uguale a 100 la quota del compenso del solo lavoro dipendente sul PIL nel 1980, si vede però che nel 2010 per tutti i paesi considerati la (...)


Fincantieri .... e altrove

Innanzitutto salvare il nostro salario (Numero 109 - Gennaio 2012)

I lavoratori della Fincantieri in lotta sono molto determinati, ma esiste un pericolo che potrebbe indebolire la loro lotta: molti pongono l’accento sulla salvaguardia dell’azienda, delle tecnologie e delle competenze acquisite nel settore navale in tanti anni. Il problema esiste, ma si scontra (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale RSSAnno 2012 RSSNumero 109 - Gennaio 2012   ?