Internazionale
Home > Il Giornale > Anno 2019 > Anno 2019

Anno 2019

Articoli di questa rubrica


Editoriale

Per una risposta operaia alle crisi aziendali (Numero 171 - Dicembre 2019)

Varie turbolenze rendono incerta la durata del governo Conte bis. E non si tratta soltanto di eventi atmosferici, con alluvioni, esondazioni e crolli di ponti. Ci sono anche i guai giudiziari di Renzi, l’incognita delle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna, i contrasti interni ai Cinque (...)


Filo rosso

Classe dominante e classe dominata (Numero 171 - Dicembre 2019)

Quando dichiarava che la classe operaia aveva la «missione storica» di metter fine al sistema capitalistico, Marx parlava, come può essere desunto dalla sua teoria dell’accumulazione, della espropriazione dei pochi da parte dei molti. Egli vedeva giustamente che l’espansione del capitale è anche (...)


La crisi di Taranto non è un episodio isolato, non ha a che vedere esclusivamente con dinamiche locali, e nemmeno soltanto nazionali. Per capire meglio, è utile guardare più lontano

A TARANTO COME A PIOMBINO E COME ALTROVE, PAGANO I LAVORATORI (Numero 171 - Dicembre 2019)

Taranto non è l’unico sito produttivo in Italia di ArcelorMittal, anche se è sicuramente il più importante: questo colosso, il più grande produttore di acciaio a livello mondiale, ha stabilimenti anche a Genova e a Novi Ligure, e impianti meno estesi anche a Milano, Racconigi, Paderno Dugnano, (...)


Pubblica amministrazione

Valutazione per “migliorare le prestazioni”? (Numero 171 - Dicembre 2019)

Nel comparto Istruzione e Ricerca (come anche in molte altre realtà della PA) si procede all’attivazione del sistema di valutazione delle prestazioni, chiamate performance dal legislatore. Attraverso un complesso meccanismo top down (cioè dai superiori ai subalterni e mai viceversa) e con tanto di (...)


Ventimila edicole chiuse in dieci anni (Numero 171 - Dicembre 2019)

Gli edicolanti sono in agitazione e rivendicano almeno una quota delle agevolazioni e dei contributi che lo Stato riserva agli editori e alle agenzie di stampa oltre ad una revisione degli aggi sul venduto. La Federazione degli Editori non molla. Lo scorso 30 ottobre, “Giornata della Dignità del (...)


“Numeri irreversibili” che devono diventare uomini (Numero 171 - Dicembre 2019)

Vedere un operaio o un’operaia che piangono, perché nella società del capitale è stata decretata la loro irrilevanza, è qualcosa che prende allo stomaco. Vite intere, giorni e giorni spesi sul luogo di lavoro, soddisfazioni e travagli della vita famigliare, tutto questo viene annichilito nel momento (...)


E’ il vecchio gioco della concorrenza tra lavoratori e dell’auto-sfruttamento: sembrava smorzato dalla consapevolezza e dalle lotte del movimento operaio, ma è tornato da tempo in varie forme e con diverse giustificazioni. E spesso, nelle forme più spinte di sfruttamento, con aspetti particolarmente insidiosi

A PROPOSITO DI MERITOCRAZIA…. (Numero 171 - Dicembre 2019)

Tra i vari arnesi ideologici utilizzati negli ultimi anni per intensificare lo sfruttamento, l’aspetto del “merito” e della “produttività individuale” è fra quelli più difficili da maneggiare per i lavoratori, e frequentemente si trasforma in un’arma che si ritorce contro. Ciascun padrone ha buon gioco (...)


Cinquant’anni fa: 1969, l ’"autunno caldo" della classe operaia (Numero 171 - Dicembre 2019)

L’autunno del 1969 fu in Italia il culmine di un’ondata di lotte operaie, i cui primi segni si erano manifestati nei primi anni sessanta. I dirigenti sindacali dovettero impiegare tutte le loro energie per riuscire a limitare il movimento al solo terreno economico. Ci riuscirono, anche se in (...)


LA MANIFESTAZIONE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE (Numero 171 - Dicembre 2019)

Lo scorso 23 novembre si è svolta a Roma la manifestazione contro la violenza sulle donne e quella che ha come presupposto l’odio verso determinati orientamenti sessuali.La giornata è stata promossa da “Non Una di Meno”. Un corteo molto partecipato: si stimano 100.000 persone da parte delle (...)


Fusione tra Fiat-Chrysler e Peugeot Citroën

Due padroni, una sola classe operaia (Numero 171 - Dicembre 2019)

Annunciata a fine ottobre, la fusione della FCA (Fiat Chrysler Automobili) con la PSA (Peugeot società anonima) mira a creare un gruppo automobilistico che sarebbe il quarto a livello mondiale per la quantità di veicoli prodotti. La tendenza alla concentrazione è tanto vecchia quanto il (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale RSSAnno 2019   ?