Internazionale
Home > Il Giornale > Il Giornale

Il Giornale

Articoli di questa rubrica


Editoriale

Il vero confine divide le classi, non le nazioni (Numero 172 - Febbraio 2020)

Il risultato delle elezioni regionali di gennaio ha certamente un suo significato politico. Ma questo non significa che i lavoratori e i ceti popolari in genere vedranno cambiare qualche cosa di importante nelle loro condizioni presenti o che si apra qualche prospettiva migliore nell’immediato (...)


Filo rosso

Alla scuola del grande sciopero (Numero 172 - Febbraio 2020)

Questo sciopero, che per la sua durata mette in difficoltà il governo, è una prima conquista del movimento. Ma il risultato più importante è l’esperienza che gli scioperanti stanno facendo. C’è un’intera generazione di lavoratori per i quali questo è il primo sciopero, e inevitabilmente lascerà tracce (...)


Le colpe che lo Stato non confesserà mai (Numero 172 - Febbraio 2020)

È stato coraggioso il discorso del presidente Mattarella in occasione della Giornata della Memoria? Lui e tutti quelli che hanno scritto e parlato indicando le colpe, non solo tedesche ma anche italiane, sono andati in fondo al problema? No. Non potevano farlo. Perché fare i conti in modo non (...)


Se Taranto è almeno un oggetto di discussione presente a livello nazionale, la crisi del secondo polo nazionale dell’acciaio, lo stabilimento siderurgico di Piombino, continua a rimanere ai margini. E’ una questione nel dimenticatoio, ma i lavoratori in cassa integrazione a singhiozzo da anni non possono più aspettare

ANCORA QUATTRO MESI…E POI? (Numero 172 - Febbraio 2020)

Che il gruppo Jindal sia intenzionato a utilizzare la piattaforma di Piombino per occupare un nucleo della produzione siderurgica e impedire alla concorrenza di fare altrettanto, ormai sembra quasi evidente. Come il suo predecessore algerino, sembra più interessato a utilizzare eventualmente le (...)


Alla FCA

"Solidarietà"... per salvare i profitti del gruppo (Numero 172 - Febbraio 2020)

I dirigenti della Fiat, o meglio della Fiat Chrysler Automotive (FCA) sono noti per avere fatto del ricorso alla cassa integrazione e ai contratti di solidarietà una pratica abituale. Così a dicembre è stata firmata la proroga del contratto di solidarietà per il reparto carrozzeria della Fiat (...)


Piemonte: un’ “emergenza occupazionale e salariale” sulle spalle dei lavoratori (Numero 172 - Febbraio 2020)

A inizio gennaio il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno che dichiara lo stato d’emergenza occupazionale e salariale. L’assessore al Lavoro ha sciorinato dati eloquenti: nel trimestre luglio-settembre 2019 si è registrato un calo di occupati di 17mila unità. (...)


50 anni fa

Dicembre 1969, la “strage di Stato” di Piazza Fontana (Numero 172 - Febbraio 2020)

Sono passati 50 anni dal 12 dicembre 1969 e dall’esplosione di una bomba nell’atrio della Banca dell’Agricoltura, in Piazza Fontana a Milano. In questa sala affollatissima nel tardo pomeriggio, l’esplosione uccise 17 persone e ne ferì 86. Altri tentativi d’attentato, nello stesso tempo, avevano luogo (...)


Francia

Contro la riforma delle pensioni, i lavoratori in lotta (Numero 172 - Febbraio 2020)

In Francia il movimento di lotta contro il progetto di riforma delle pensioni del governo Macron, cominciato il 5 dicembre, continuava ancora alla fine di gennaio. Grazie a numerose riforme, dal 1993 il diritto alla pensione è già stato notevolmente ridotto. Così, mentre l’età media di (...)


Estratto da un intervento di Monique Dabat, ferroviera alla Gare du Nord di Parigi e militante di Lutte ouvrière, il 10 gennaio

"Siamo orgogliosi di avere alzato la testa" (Numero 172 - Febbraio 2020)

Il governo ha avuto la faccia tosta di parlare di giustizia e di uguaglianza, perché il modo in cui vengono calcolate le pensioni diventerebbe universale. Ma se glielo lasciamo fare, sarà l’uguaglianza nella povertà. Si tratta di un attacco alle condizioni di vita di tutti i lavoratori, ai quali i (...)


Il summit di Davos

Gli sfruttatori del mondo si riuniscono (Numero 172 - Febbraio 2020)

Martedì 21 gennaio si è aperto a Davos in Svizzera il 50° “World Economic Forum”. Circa 3.000 partecipanti si sono riuniti in questa stazione sciistica di lusso, quest’anno all’insegna di essere "partecipanti per un mondo coeso e uno sviluppo sostenibile". Costa tra 55.000 e 550.000 euro diventare (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale   ?